Archive for febbraio 2012

Se Morfeo mi tradisce

7 febbraio 2012

L’altra notte ho fatto un sogno bruttissimo, e dire che io con Morfeo ho un bel rapporto, abbiamo un compromesso: se i sogni sono belli, divertenti, rilassanti, eccitanti me li vivo e me li godo tutti, salvo poi non ricordarmeli; se invece sono brutti, paurosi, adrenalinici, ansiosi, li vivo con una certa serenità, perché c’è una parte di me che mi dice: è solo un sogno, svegliati!, salvo poi ricordarmeli tutti! L’altra notte è stato diverso: un incubo, uno dei peggiori che una mente possa partorire.

Il branco che mi circonda, le risatine, i passi minacciosi verso di me, e io col cuore in gola che cerco di mantenere la calma e reagire, forte, sicura. In branco è facile, eh? Grido a quei ragazzi. Da soli, uno alla volta, non avreste neanche il coraggio di abbordarmi in un bar! Intanto cerco con lo sguardo una via di fuga, cerco di capire se e come fuggire, sfuggire al branco. Loro diventano sempre più grandi, si avvicinano, e io che cerco di non indietreggiare, il volto immobile, rabbioso, ma il mio corpo piange, a dirotto, incredulo, disperato di fronte a quello che potrebbe succedere. Poi d’improvviso scappo, senza pensarci troppo, verso l’unica porta che vedo. Corro, troppo piano per loro. Mi divincolo, tiro calci e pugni, tiro fuori tutta la voce che ho, urlo.

Mi sveglio per le grida, le mie. Ho un nodo in gola, sudo, le tempie che battono. Mi alzo, devo bere, respiro. Morfeo m’ha tradito stanotte, non mi ha avvertito dell’incubo, tutto sembrava vero. Mi infilo di nuovo sotto le coperte, l’ho già perdonato, in fin dei conti è lui che mi ha aiutato a scappare…

Annunci